01/08/17

L'ospedale e i catanzaresi non possono più subire!


In favore del Pronto soccorso dell'ospedale Pugliese-Ciaccio di Catanzaro, ho chiesto un incontro urgente con il commissario alla sanità calabrese, Massimo Scura, al fine di sapere «se, come e quando, data la situazione attuale, voglia procedere a una più corretta redistribuzione dei posti letto nella rete assistenziale». Infatti il collo di bottiglia sta, in proposito, come rappresentatomi formalmente dal direttore generale, Giuseppe Panella, nello stazionamento dei pazienti da ricoverare nell'ambito del Dipartimento di Emergenza del Pugliese, per la mancanza di un'appropriata possibilità di collocazione dei medesimi nella struttura ospedaliera.
Ciò è dovuto alla drastica riduzione di posti letto al Pugliese-Ciaccio, che sono circa 120 in meno rispetto a quelli che l'ospedale aveva in dotazione. Non si può agire come ha fatto il sindaco Abramo, che ha accettato come un dogma l'integrazione, imposta, tra il Pugliese-Ciaccio e il policlinico universitario. La realtà è sotto gli occhi di tutti: nel primo c'è il caos e i sanitari sono carichi di lavoro, nel secondo non c'è nessuno, manca il Pronto soccorso e prevale il solito andazzo, molto comodo per i medici universitari che fanno la settimana corta. Dobbiamo avere il coraggio di intervenire in modo razionale e obiettivo, nel solo interesse dei pazienti catanzaresi. Difendo il Pugliese-Ciaccio, che non può più subire!

LEGGI ANCHE:
- Sul caos del pronto soccorso di Catanzaro

0 commenti:

Posta un commento