14/07/16

La depurazione in Calabria

Qui trovate tutti gli impianti che non rispettano la normativa di riferimento in materia di trattamento dei reflui (Direttiva 91/271/CEE recepita dall’Italia con il D. Lgs. 152/2006 il cosiddetto Codice dell’Ambiente). In rosso trovate gli agglomerati condannati dalla Corte di Giustizia Europea, in giallo quelli sotto procedura d'infrazione e in blu quelli trovati "conformi". Ci tengo a sottolineare che in questa mappa non trovate tutti gli scarichi abusivi occultati che danneggiano ulteriormente lo stato di salute dei nostri mari. E' questa l'immagine che ci deve far indignare di più, le chiazze marroni che trovate ogni giorno a mare sono solo una tragica conseguenza! Sono anni che lottiamo ogni giorno per riportare legalità, giustizia e bonifica ambientale attraverso il parlamento nazionale ed europeo ma il Governo e la Regione Calabria continuano a prorogare il problema.
Per la terza volta, infatti, è stato prorogato il termine per la conclusione dei lavori da effettuare sugli impianti di depurazione dei comuni beneficiari del finanziamento per il riefficientamento del sistema depurativo, stanziato a giugno 2015. I lavori di manutenzione si sarebbero dovuti avviare concretamente, così non è stato e il risultato è sotto gli occhi di tutti i frequentatori delle coste calabresi...

LEGGI ANCHE:
- Fiato sul collo sui depuratori
- Mala depurazione in Calabria: nuova interrogazione al Governo
Depurazione in Calabria, il fallimento di questa politica!
Interrogazione a risposta scritta 4-05552

0 commenti:

Posta un commento