14/10/15

La discarica che calpesta l'agricoltura di qualità

La verità è che Oliverio non ha il coraggio di andare contro chi ha interesse affinchè la discarica di Scala Coeli (CS) continui a ricevere rifiuti, ed allora decide di andare contro la legge!
Oliverio e la sua giunta calpestano l’agricoltura di qualità in Calabria, consentendo il conferimento in una discarica che è contro legge, perché costruita in un’area a marchio DOP per la produzione dell’olio di oliva. Una politica che non ha ragioni, tranne quella di difendere gli interessi di chi lucra sui rifiuti.
Le nostre lettere ad Oliverio e le nostre interrogazioni parlamentari sono rimaste inascoltate e senza risposta, esattamente come le ragioni di cittadini ed imprenditori che quella discarica non la vogliono. Tutto questo ci lascia presupporre che il PD sia impotente davanti a quei grandi centri d’interesse che gli hanno fornito sostegno per governare.
La continuità della Giunta Oliverio con i vecchi governi regionali è sconcertante. Il PD si ostina ad inseguire politiche di gestione dei rifiuti preistoriche e lo fa senza rispetto per le regole e per il territorio. La Calabria è in regime di suicidio assistito.

LEGGI ANCHE:
Discarica di Scala Coeli (CS): "Oliverio come Tafazzi!"
Oggi ho visitato la discarica di Scala Coeli, Oliverio intervenga al più stresto!
Discarica a Scala Coeli: un atto dovuto sospendere i conferimenti
Ho scritto ad Oliverio: bisogna impedire l'apertura della discarica a Scala Coeli 
Si eviti l'apertura della discarica di Scala Coeli!

APPROFONDIMENTI:
INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA 4/08335 del 10/03/2015 (Parentela)
INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA 4/00868 del 13/06/2013 (De Rosa e altri)



0 commenti:

Posta un commento