30/06/14

2,5 milioni per le primarie dei partiti?

Con una lettera istituzionale, a proposito delle primarie per la scelta del candidato governatore in Calabria e della legge elettorale della Regione, noi parlamentari calabresi del MoVimento 5 Stelle, abbiamo chiesto l'immediato intervento del presidente del Consiglio Matteo Renzi e del ministro dell'Interno Angelino Alfano.
Nella missiva, abbiamo sintetizzato che in Calabria "vi saranno elezioni preliminari a spese dei contribuenti, allo scopo di individuare i candidati delle singole forze politiche alla carica di presidente".
Non può sfuggire che la scelta è arrivata in un momento di palese delegittimazione politica, in cui la Giunta regionale è chiamata solo alla gestione dell’ordinario e il Consiglio regionale, già sciolto, al mero compimento degli atti indifferibili.
Riguardo alle primarie in questione, per quanto disposto dalla Regione Calabria, "le liste, con la prescritta documentazione, vanno presentate entro le ore 12 del 4 luglio prossimo".
A Renzi ed Alfano, dunque, la richiesta di richiamare immediatamente "il governo e il parlamento regionale della Calabria a un ravvedimento sulla legge elettorale e sulle citate primarie, accompagnato da un successivo percorso di piena condivisione rispetto alle modalità per il rinnovo degli organi elettivi".
Se ciò non avvenisse, magari per vincoli nella lettera del titolo V della Costituzione, di fatto si confermerebbe, ahinoi, l’esistenza di un’Italia divisa e diversa, in cui la democrazia degrada progressivamente verso Sud.

Il MoVimento 5 Stelle invece farà come sempre la selezione dei candidati in rete GRATIS senza oneri a carico dei cittadini e istituzioni! Qui il post di Beppe dove annuncia le prossime elezioni regionali in Calabria:

"Dopo le elezioni regionali in Abruzzo e Piemonte il prossimo appuntamento del MoVimento 5 Stelle sarà in Calabria. A novembre prossimo o nella prossima primavera, ancora non è stata definita la data delle elezioni, la Calabria può cambiare. La Calabria deve aprirsi all'innovazione e mettere nelle istituzioni gli onesti contro la collusione bipartisan e la complicità con la 'ndrangheta. Bisognerà definire un programma condiviso, con cui presentarsi agli elettori che vogliono questa rivoluzione culturale. Seguirà una votazione on line, aperta agli iscritti certificati che ne avranno diritto, della squadra dei candidati al ruolo di consigliere, e poi fra questi, il portavoce del M5S come candidato alla Presidenza della Regione. Il MoVimento 5 Stelle nel rispetto delle sue regole non farà alleanze con i partiti, né darà vita a "liste civetta". I meetup possono ispirarsi alle attività del M5S e del blog di Beppegrillo.it ma non sono titolati a parlare a nome e per conto del M5S."

La Calabria può cambiare e noi calabresi abbiamo finalmente una straordinaria occasione di riscatto! In alto i cuori!!

0 commenti:

Posta un commento