09/12/13

Il Parco Archeologico di Monasterace è in pericolo, il Ministro Bray intervenga subito!



Frane, smottamenti, esondazioni, mareggiate. I danni causati da questo novembre piovoso in Calabria sono stati ingenti e non hanno risparmiato nulla, neanche la storia. Le violente mareggiate di questi giorni stanno letteralmente inghiottendo il sito archeologico di Monasterace, dove si sta lavorando per riportare alla luce  l’antica città di Kaulonia. L’importante parco archeologico aveva riportato alla luce, tra gli altri, due inestimabili reperti: il più grande mosaico ellenistico del meridione ed un importante iscrizione bronzea, la più lunga mai trovata in alfabeto acheo. Secondo una relazione della prof.ssa Pia Bernasconi del Dipartimento di Biologia, Ecologia e Scienze della Terra dell’Università della Calabria, le mareggiate avrebbero distrutto i terrazzamenti naturali a protezione dell’antico mosaico che rischia, qualora una mareggiata di eguale potenza dovesse ripetersi, di scomparire sotto i colpi dello ionio. Allo scopo di sensibilizzare il Governo a mantenere l’inestimabile patrimonio storico e culturale rappresentato dagli scavi dell’antica Kaulonia, ho presentato un’interrogazione a risposta in commissione al Ministro dei Beni Culturali.
E’ nostro dovere  di rappresentanti dei cittadini italiani cercare di tutelare qualcosa che è la nostra storia ed il nostro futuro nello stesso tempo. Non possiamo permettere che un’altra fetta del nostro patrimonio storico e culturale venga cancellato dalla totale assenza dello stato. La nostra Costituzione sancisce la tutela del patrimonio culturale e paesaggistico non solo Monasterace e la Calabria, dunque, ma l’Italia ed il mondo intero meritano i nostri sforzi per salvaguardare la memoria del nostro passato.
L’interrogazione, cofirmata da tutti i deputati calabresi del MoVimento, chiede inoltre al Ministro come mai non sono ancora stati spesi i due milioni di euro già stanziati per garantire un’adeguata protezione all’area archeologica di Monasterace. Interventi più che mai necessari visto che il maltempo delle ultime settimane segna solo l’inizio di una lunga stagione invernale.
In questi giorni il Meetup di Monasterace sta raccogliendo le firme per una petizione popolare chiedendo a gran voce la salvaguardia del Tempio Dorio, un bene inestimabile per tutta la cittadinanza, per la Calabria e per il paese intero.

1 commenti:

Posta un commento