12/10/13

Una pallina di carta vota al posto dell'assente Aiello



Piero Aiello è stato eletto al Senato nelle elezioni politiche del febbraio scorso. In precedenza era stato assessore all'Urbanistica nella Giunta regionale di centrodestra. Aiello, di 57 anni, è di Catanzaro ed è un medico. Il senatore del Pdl è stato indagato nell'inchiesta della Dda di Catanzaro sulla cosca Giampà della 'ndrangheta. La Dda aveva chiesto l'arresto, ma la richiesta è stata rigettata dal gip.

Senato si è consumata l'ennesima VERGOGNA di chi prende la diaria nonostante l'assenza. Nelle fila del PDL si votava e un pallino risultava sempre bianco nel tabellone. Sempre uguale, sempre astenuto. Il nostro Enrico Cappelletti si è alzato facendo presente che un tasto veniva premuto nonostante il senatore di riferimento fosse assente. Roberto Cotti si è recato in quella postazione, e togliendo una pila di quotidiani che copriva il tutto, ha tirato fuori dalla buca del voto una pallina di carta che premeva e faceva risultare il voto! L'ha mostrata a tutti, ma nessuno é stato punito né sanzionato! La postazione era del senatore Piero Aiello del pdl. Alla sera è riaccaduta la stessa cosa, in un'altra postazione del pdl. Abbiamo urlato la nostra indignazione nell'indifferenza di chi dovrebbe far funzionare i lavori d'aula con alto senso dello stato: Gasparri, che in quel momento presiedeva l'Aula. E' inammissibile. Voi cittadini sappiate che stanno continuamente sottraendo soldi pubblici anche con questi vergognosi sistemi - See more at: http://catanzaro.weboggi.it/Politica/26194-Il-senatore-calabrese-Piero-Aiello%2C-assente-ma-votante%3A-L%27ira-del-M5S-%28VIDEO%29#sthash.xYnqIBew.dpuf
"Al Senato si è consumata l'ennesima VERGOGNA di chi prende la diaria nonostante l'assenza.
Nelle fila del PDL si votava e un pallino risultava sempre bianco nel tabellone. Sempre uguale, sempre astenuto. Il nostro Enrico Cappelletti si è alzato facendo presente che un tasto veniva premuto nonostante il senatore di riferimento fosse assente. Roberto Cotti si è recato in quella postazione, e togliendo una pila di quotidiani che copriva il tutto, ha tirato fuori dalla buca del voto una pallina di carta che premeva e faceva risultare il voto! L'ha mostrata a tutti, ma nessuno é stato punito né sanzionato! La postazione era del senatore Piero Aiello del PDL. Successivamente è riaccaduta la stessa cosa, in un'altra postazione del PDL. Abbiamo urlato la nostra indignazione nell'indifferenza di chi dovrebbe far funzionare i lavori d'aula con alto senso dello stato: Gasparri, che in quel momento presiedeva l'Aula. E' inammissibile.
Voi cittadini sappiate che stanno continuamente sottraendo soldi pubblici anche con questi vergognosi sistemi."

Fonte: beppegrillo.it


Ma facciamo un pò di satira per sdrammatizzare..
Ecco il nuovo SMS che sta girando a Catanzaro:
"Gentile collega, mi candido alle elezioni politiche. Penso che per la categoria delle palline di carta catanzaresi potrebbe essere un'opportunità irripetibile!"

0 commenti:

Posta un commento