23/06/13

Coltiviamo la speranza

Ieri ho trascorso una giornata intensa con gli agricoltori di Rosarno e di Melito di Porto Salvo.
La Calabria ha voglia di riscatto e con l'agricoltura sostenibile dimostreremo che il vero sviluppo non ha nulla a che fare con le scelte fatte finora da questa vecchia classe politica che pensa solo ai soliti sporchi affari personali!
Le nostre arance, le clementine, i bergamotti (considerati come l'oro verde del mondo) valgono più di tutte le centrali a carbone, biomasse, rigassificatori e centri commerciali messi assieme!
La grande distribuzione e il libero mercato non possono calpestare la vera vocazione di questa terra e la dignità delle persone che hanno sempre creduto nelle vere risorse naturali della nostra regione.
Non possiamo continuare con questo lento ed inesorabile suicidio nell'indifferenza collettiva..abbiamo barattato da tempo la libertà con la sottomissione in cambio dello stretto necessario per tirare a campare!
Abbiamo tutto quello che è necessario per far rinascere la Calabria..la forza, il coraggio, la determinazione e la cooperazione dovranno essere gli ingredienti necessari per un reale cambiamento. Non ABBIAMO PIU' NULLA DA PERDERE!!!

I politici che ci hanno guidato fino al disastro, invece, devono fare solo 2 cose molto semplici:
1. Non mettere più piede all'interno di un'istituzione pubblica per il resto della loro vita.
2. Ripagare la società per i danni causati al nostro territorio effettuando un "lavoro terapeutico" (ci sono tantissime spiagge, fiumi, strade, laghi da ripulire e bonificare)..Non chiediamo molto, solo GIUSTIZIA CIVILE!!

COLTIVIAMO LA SPERANZA!

0 commenti:

Posta un commento